Scorze di arance candite

Le scorze di arance candite, sono dei dolcetti tipici Natalizi,
e possono essere preparate secondo il metodo tradizionale,
più lungo, oppure con il metodo rapido. Con il procedimento
lungo, che non vi prenderà più di 10 minuti al giorno, ci vorrà
una settimana di tempo prima di assaporare le vostre creazioni,
mentre con il metodo rapido ci vorrà una giornata.
In entrambi i casi la preparazione delle scorze di arance candite
risulta essere abbastanza semplice ma alquanto laboriosa.

INGREDIENTI

Acqua
400 gr
Arance
10 arancia rossa di sicilia (Tarocco)
Zucchero
800 gr
… per guarnire:
Cioccolato
fondente (o al latte bianco) q.b.
Zucchero
q. b.

PREPARAZIONE

Procuratevi 10 arance, non trattate e con la buccia spessa, tagliate la loro scorza a strisce di almeno 1 cm di larghezza (seguendo il verso
degli spicchi) e lasciatele a bagno in acqua fredda per 3 giorni, cambiando l’acqua 2-3 volte al giorno per far perdere l’amaro contenuto nella
buccia. Trascorsi i 3 giorni, preparate uno sciroppo sciogliendo 2 parti di zucchero in 1 di acqua (nel nostro caso 400 ml di acqua e 800 gr
di zucchero) in un tegame abbastanza capiente; metteteci le bucce di arance e portate ad ebollizione; fate bollire un paio di minuti, scolate
le bucce (senza buttare lo sciroppo che vi servirà in seguito) e ponetele su una leccarda (o griglia) a farle asciugare per un giorno intero. Il
giorno successivo, ponete nuovamente le bucce trattate nello sciroppo avanzato il giorno prima, e portatele di nuovo a ebollizione per 2 minuti;
estraetele di nuovo e fatele asciugare altre 24 ore. Proseguite in questo modo per altri 2 giorni. Se volete ricoprire le scorze di arance
candite con zucchero semolato, dovrete farlo l’ultimo giorno di trattamento; ponetele sulla leccarda ad asciugare, e quando non lo saranno
ancora completamente, rotolatele nello zucchero semolato, in modo che si attacchi bene su tutta la superficie. Se invece decidete di lasciarle
semplicemente candite, l’ultimo giorno di trattamento, riponetele sulla leccarda per farle asciugare completamente; se volete ricoprirle di
cioccolato,scioglietelo a bagnomaria e intingetevi le scorze ormai completamente asciutte, poi riponetele su di un foglio di carta forno ad
asciugare

CONSIGLIO

Se durante la preparazione delle scorze candite lo sciroppo non dovesse bastarvi, potete tranquillamente prepararne dell’altro seguendo
le proporzioni descritte nella ricetta. Nella preparazione classica potete ridurre il tempo di ammollo a pochi minuti, facendo bollire le
bucce così come descritto nella preparazione rapida, per poi proseguire a candirle con la procedura classica.
Potete conservare le scorze di arance candite per alcuni mesi chiuse in un barattolo di vetro o latta.

Categories

X