Risotto all’arancia

Il risotto all’arancia è un primo piatto semplice, fresco e
delicato, adatto per una cenetta romantica e perfetto per i
vegetariani.
Il suo aroma è dovuto alle zeste di arancia in esso contenute
che sprigionano un piacevole e fresco profumo; il succo
d’arancia presente nel risotto da il tocco finale a questo
primo piatto a base di agrumi molto particolare e gustoso

INGREDIENTI

Arance
1 arancia rossa di sicilia
Brodo
vegetale 1 litro circa
Burro
20 gr
Cipolle
1
Erba cipollina
tritata 2 – 3 cucchiai
Parmigiano Reggiano
grattugiato 30 gr
Pepe
bianco macinato a piacere
Riso
Carnaroli 350 gr
Sale
q. b.
Vino
bianco 1 spruzzata

PREPARAZIONE

Lavate e pelate la buccia dell’arancia con un pelapatate avendo cura di asportare il meno possibile la parte bianca (che risulterebbe amara);
spremete l’arancia e tenete il succo da parte.
Tagliate la scorza asportata in zeste (bastoncini) piuttosto fini che farete leggermente sbollentare in un tegame contenente un paio di dita
di acqua e poi scolerete.
Sbucciate e tritate finemente la cipolla, fatela soffriggere nel burro fuso quindi aggiungete il riso che farete tostare per qualche minuto;
sfumate il riso con uno spruzzo di vino bianco dopodiché aggiungete il succo d’arancia.
Sempre mescolando, portate a termine la cottura del riso aggiungendo poco brodo ogni volta che servirà.
Qualche minuto prima di fine cottura, aggiungete le zeste d’arancia, l’erba cipollina e il pepe bianco macinato.
Una volta spento il fuoco aggiungete il parmigiano grattugiato e una noce di burro per mantecare.
Servite immediatamente guarnendo il piatto con fettine e zeste di arancia e, volendo, qualche filo di erba cipollina.

CONSIGLIO

Se volete arricchire il risotto all’arancia, verso fine cottura potete aggiungere del taleggio oppure, in alternativa, della robiola omascarpone.

X