+39 095 723 29 90   Via S.G. La Rena, 30b - 95100 Catania

Recevi tutte le notizie via Facebook. Clicca "Mi Piace"!

Powered By Sergio Greco

CHIUDI

Benvenuti nel sito ufficiale del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP

Il consorzio Igp: il ruolo dell' Organizzazione sul territorio

Il Consorzio di Tutela nasce all'origine nel 1994, nella forma di associazione di produttori dell'arancia rossa, quale proponente all'Unione Europea per il riconoscimento dell'Igp, ottenuto solo due anni dopo (Reg. 1107/96). Dopo il riconoscimento si avvia l'iter procedurale per la costituzione del Consorzio di Tutela oggi esistente, con il coinvolgimento di tutte le fasi della filiera (produzione e condizionamento), con la sua nascita ufficiale nel 1998. Tuttavia sia per problematiche burocratico-amministrative, che per esigenze dovute all'adeguamento dello statuto alle norme previste dalla L. 590/99 si è avuto il suo avvio ufficiale solo nel 2002, hanno nel quale si rinnova anche l'organo amministrativo. Nella fase di avvio il Consorzio ha visto la definizione di un piano d'azione strategico comprendente sia misure volte alla sensibilizzazione dei produttori a livello territoriale, sia azioni di valorizzazione e posizionamento a livello nazionale ed internazionale. Le azioni di sensibilizzazione dopo il primo anno di attività hanno permesso di avere l'adesione delle maggiori organizzazioni di produttori (OP) a livello regionale, oltre che di produttori singoli e la maggioranza qualificata dei condizionatori presenti nell'area dell' Igp. Nel complesso, al 30 giugno 2003 si è avuta l'adesione di una superficie produttiva di oltre 11.500 ettari con 24 centri di condizionamento. I rilevanti livelli di adesione raggiunti evidenziano che la filiera dell'Arancia Rossa di Sicilia, ha maturato la consapevolezza che necessitano nuovi strumenti a supporto della filiera, con strategie di marketing per la valorizzazione del prodotto, individuando il Consorzio quale esecutore e rappresentante operativo. Gli obiettivi del Consorzio sono quelli di promuovere, tutelare e vigilare sul prodotto, affinchè si possa ottenere un posizionamento del prodotto "Arancia Rossa di Sicilia Igp" nelle abitudini di consumo del consumatore sia a livello nazionale che internazionale. A supporto delle strategie di valorizzazione sono stati evidenziati gli elementi caratterizzanti la filiera agrumicola, in base a studi realizzati nell'ultimo decennio, evidenziando che il consumatore si è adeguato all'offerta del prodotto dei Paesi competitors, preferendo elementi quali: il calibro grosso, il gusto definito, la facile sbucciatura e l'apirenia a discapito del prodotto tipico e di qualità che possiede solo in limitati casi i suddetti fattori di preferenza. In base a quanto sopra esposto è stato definito un piano di marketing "mix" , secondo le 4 P previste dal Kotler (Prodotto-Posto (distribuzione), Promozione, Prezzo), pur specificando che in questa prima fase sono state attuate delle misure volte ad agire principalmente sul prodotto e sulla promozione, rinviando ad una seconda fase le azioni sulla distribuzione e sul prezzo. Per quanto attiene al prodotto sono stati individuati quali punti di forza: la pigmentazione rossa, l'azione terapeutica delle antocianine, la tipicità , la presenza diffusa di prodotto non trattato, l'apirenia, l'immagine evocativa della Sicilia; mentre quali punti di debolezza, si ritrovano la limitata informazione sulle caratteristiche del prodotto (pigmentazione, la stagione di produzione, le varietà ) e sull'origine (Sicilia e Igp), calibro di piccole dimensioni, condizione indifferenziata rispetto al prodotto generico "arancia", frammentazione dell'offerta sia produttiva che commerciale, riduzione dei gradi di attività destinati alla coltivazione a discapito della qualità del prodotto e le innovazioni varietali. Passando ad analizzare i punti di forza della promozione della "Arancia Rossa di Sicilia Igp" si ha subito evidenza che essi sono rappresentati da: l'unicità del prodotto e le notevoli aspettative del consumatore sui prodotti tipici. Tuttavia agli elementi peculiari dell'arancia rossa si contrappongono dei punti di debolezza fra i quali: l'assenza di una comunicazione coordinata e mirata, con la mancanza di effetto sia sul trade che sul consumatore finale, oltre che la mancanza di forme di promozione in store e di adeguate forme di sinergia con la GDO, con l'esigenza di passare da un rapporto di tipo conflittuale attualmente esistente, ad un rapporto di collaborazione e d'integrazione con la filiera, per la realizzazione di politiche di promozione a supporto del prodotto.

La zona di produzione dell'"Arancia Rossa di Sicilia" comprende il territorio idoneo della Sicilia Orientale per la coltivazione dell'Arancia pigmentata ed è così individuato:
Provincia di Catania -
Territorio delimitato in apposita cartografia 1:25.000 dei seguenti Comuni: Catania, Adrano, Belpasso, Biancavilla, Caltagirone, Castel di Judica, Grammichele, Licodia Eubea, Mazzarrone, Militello Val di Catania, Mineo, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, Palagonia, Paterno', Ramacca, Santa Maria di Licodia e Scordia.
Provincia di Siracusa -
Territorio delimitato in apposita cartografia 1:25.000 dei seguenti Comuni: Lentini, Francofonte, Carlentini con la Frazione di Pedagaggi, Buccheri, Melilli, Augusta, Priolo, Siracusa, Floridia, Solarino, Sortino.
Provincia di Enna -
Territorio delimitato in apposita cartografia 1:25.000 dei seguenti Comuni di Centuripe, Regalbuto, Catenanuova.

Organigramma

60 Confezionatori

500 Produttori

500000 Clienti

3 Varietà di Arance

L'IGP - Indicazione Geografica Protetta

Quando nasce:
Il Consorzio di Tutela di Arancia Rossa ha le sue origini nel 1994, nella forma di associazione di produttori dell'arancia rossa, quale soggetto proponente all'Unione Europea il riconoscimento dell'IGP previsto ai sensi del Reg. CEE 2081/92. Nel 1996 si ottiene il riconoscimento da parte dell'Unione Europea dell'IGP (Reg. 1107 - 12 giugno 1996). L'arancia rossa rientra quindi fra le prime produzioni tipiche tutelate a livello nazionale. Successivamente viene avviato l'iter per la costituzione del Consorzio di Tutela vero e proprio oggi esistente, con il coinvolgimento di tutte le fasi della filiera (produzione e condizionamento). Per un adeguamento dello statuto alle norme previste dalla L. 590/99 si è avuto il suo avvio ufficiale nel 2002. Cos'è La IGP (Indicazione Geografica Protetta) è un marchio di qualità che viene attribuito ad un prodotto la cui origine avviene in un'area geografica determinata. Chi produce secondo l'IGP deve attenersi alle rigide regole del disciplinare di produzione (scarica disciplinare), ed il rispetto di tali regole è garantito dall'organismo di controllo. Per potersi fregiare di questo titolo un prodotto deve avere le seguenti caratteristiche:
1) essere originario della regione o area indicata
2) possedere una determinata qualità, reputazione o altra caratteristica che possa essere attribuita all'origine geografica
3) almeno una fase del processo produttivo e/o di trasformazione deve avvenire nell'area geografica determinata.
Perchè è importante:
E' stato rilevato che il consumatore italiano percepisce i prodotti nazionali come garanzia di bontà e gusto. Tale garanzia è particolarmente riconosciuta alle arance rosse prodotte in Sicilia. La garanzia di qualità, origine e tracciabilità offerta al consumatore per Arancia Rossa di Sicilia grazie al marchio IGP (Identificazione Geografica Protetta), rappresenta perciò un elemento molto importante di visibilità, trasparenza e ottenimento di fiducia dai consumatori.